Pastificio De Matteis

De Matteis Agroalimentare – News

Pasta Grano Armando, Baronia, Donnavera

NEWS

NEWS

100% grano italiano

12.07.2018

Il settore alimentare italiano conferma tassi di crescita dei ricavi superiori ai principali comparti del paese

All’evento “EXCELLENCE”, organizzato da Zero In e ospitato da GOP, si sono incontrate le eccellenze del settore Food italiano per dibattere del futuro del comparto.​

 

Roma, 11 luglio 2018 - Il settore del food mostra tassi di crescita nettamente superiori al resto dell’economia italiana fin dal 2010. È quanto è emerso durante l’evento “Excellence. Strategie di sviluppo nei 4 settori di eccellenza italiana: settore Food”, organizzato da Zero In con la collaborazione dello studio legale internazionale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners il 10 luglio presso la sede romana dello studio.

Si tratta del primo di una serie di eventi che hanno l’obiettivo di creare un tavolo di discussione attorno ai settori “eccellenti” italiani. Questo primo incontro ha coinvolto alcune delle eccellenze italiane del settore alimentare e del mondo istituzionale, in particolare l’Onorevole Maria Spena, Parlamentare Membro della Commissione Agricoltura, che ha rimarcato come il settore agricolo sia oggi fondamentale per il rilancio dell'economia, confermandosi una risorsa per il nostro paese che ha dimostrato resistenza anche in momenti difficili per la nostra economia.

Esistono comunque spazi di miglioramento, dove la politica deve fare di più per rafforzare e sostenere il Made in Italy, per tutelare i prodotti di nicchia e per favorire un’impresa più moderna che sappia fare spazio ai giovani, in modo da creare nuove occasioni di lavoro. L’onorevole ha inoltre sottolineato come l’aggregazione e la cooperazione delle piccole aziende sia un fattore fondamentale per competere sul mercato globale.

Durante l’incontro sono stati mostrati una serie di dati di scenario. Il settore, che ha un peso pari a circa il 12% del PIL Italiano, con oltre 130 miliardi attribuibili direttamente alle industrie e ulteriori 57 all’agricoltura, e un incremento dei ricavi nettamente superiore a quello registrato in riferimento al resto del PIL nazionale, ha registrato maggiore redditività rispetto agli altri comparti del paese: l’alimentare fa meglio della moda e del design e compete con il settore metalmeccanico (Food Industry Monitor 2017).

Come hanno sottolineato i promotori dell’evento, il ruolo del settore è fondamentale per tutta l’economia italiana: investimenti a lungo termine e consistenti nel settore del food da parte di investitori specializzati possono infatti favorire una ripresa generale delle PMI italiane, considerando che il settore del food in Italia conta trenta nuove imprese ogni giorno, per un incremento totale di oltre l’8% dal 2012 e un numero complessivo di oltre 370 mila attività che offrono lavoro a circa 1,3 milioni di persone, almeno un decimo dell’occupazione privata italiana. Il comparto, inoltre, è tra i settori che sta offrendo le migliori performance in termini di esportazioni: infatti, l’esportazione di prodotti alimentari ha un fatturato record di oltre 41,03 miliardi di euro (dati Coldiretti, anno 2017).

Nuovi investimenti sono necessari anche per affrontare le sfide emergenti nel settore: per le aziende alimentari italiane è necessario fare un salto di qualità, oltre che dimensionale, per competere a livello globale. In particolare dopo l’arrivo del digitale: nella food industry l’introduzione di nuove tecnologie ha permesso di rivoluzionare non solo gli impianti aziendali e la filiera, ma anche la commercializzazione del cibo italiano.

All’incontro ha partecipato Pierluca Antolini, Managing Director del fondo IDeA Taste of Italy, gestito dalla società DeA Capital Alternative Funds Sgr (gruppo DeA Capital) che ha riportato la sua opinione sul tema da investitore di lungo periodo: “Il nostro è un fondo di investimento dedicato interamente al settore alimentare. Settore fortemente frammentato. Il cibo italiano è più conosciuto che mangiato. Il fondo facilita le aziende ad entrare nel mercato internazionale valorizzando le caratteristiche delle singole società grazie all’aggregazione e al consolidamento”.

All’evento ha preso parte anche Alessandro Invernizzi, Direttore Generale di Acque Minerali S.r.l., società produttrice di acqua minerale e bibite a marchio Lurisia, che ha raccontato il potenziale in Italia e all’estero del sotto-settore delle acque minerali, dove l’Italia rappresenta il maggior consumatore e maggior produttore di acque minerali al mondo: “Il mercato delle acque minerali non è maturo come potremmo pensare, ma è saturo e i mercati come il nostro possono crescere solo grazie al valore e all’innovazione. Siamo all’alba di una grande evoluzione o involuzione. Fare la differenza spetta agli imbottigliatori”.

Infine, Marco de Matteis, Amministratore Delegato di Pastificio Armando, ha contributo al dibattito di un “prodotto di eccellenza” italiana presentando i nuovi progetti di espansione del Gruppo che oggi fattura circa 120 milioni di Euro (di cui l’80% all’estero) e occupa 180 addetti: “La nostra è una realtà che da 10 anni ha creato una rete di aziende agricole in Italia che coltivano grano duro. Questa rete garantisce la produzione di una pasta di altissima qualità e completamente tracciata. Il nostro è un modello che unisce industria e agricoltura per contribuire a lanciare un prodotto Made in Italy di qualità”.

Parallelamente, Pasquale Natella, Amministratore Delegato di EXS Search, società di executive search della multinazionale italiana del lavoro GiGroup, ha discusso della componente strategica del capitale umano nella performance aziendale, presentando l’esperienza e gli algoritmi sviluppati dalla società: “Innovazione in metodologia e supporto in strumenti digitali occorrono per valutare al meglio la compatibilità tra manager e azienda. Studiamo come i nuovi manager possono performare meglio nel mercato 4.0”.

L’incontro è terminato con l’autorevole contributo di Luigi Salerno, Direttore Generale del Gambero Rosso e Ambasciatore del Food italiano all’estero, che ha affermato: ““Siamo determinati a portare avanti il nostro impegno a sostegno del sistema agroalimentare italiano. Infatti, il Gambero Rosso ha tra i suoi principali obiettivi quello di selezionare, promuovere e raccontare le nostre eccellenze food&wine nel mondo, mettendo in contatto le aziende con i protagonisti della rete di distribuzione presso i mercati più significativi per l’export dei prodotti “Made in Italy”.

 

Il settore alimentare italiano conferma tassi di crescita dei ricavi superiori ai principali comparti del paese

10.07.2018

Pubblicato il Bilancio 2017 della De Matteis Agroalimentare S.p.A.

Dichiarazione sui Covenant:  (download)​

Bilancio De Matteis Agroalimentare 2017: (download)

04.06.2018

Da realtà locale a 5° produttore italiano di pasta che esporta in 43 paesi: gran festa alla De Matteis per i suoi primi 25 anni.

Un “corto” d’autore firmato da Luca Miniero,  lo spettacolo di Max Giusti e un rocambolesco cooking show di Alessandro Borghese sono gli ingredienti principali del 25° anniversario di De Matteis Agroalimentare, oggi uno dei più importanti player nel mercato mondiale della pasta. Una  gran festa che ha riunito tutti i collaboratori del pastificio irpino, celebrata, sul filo della commozione,  per raccontare la costruzione di un sistema produttivo integrato fra industria e agricoltura basato su collaborazione e trasparenza.

25 anni di impegnativo  sviluppo per un obiettivo: il controllo totale della filiera, dal grano alla pasta, a garanzia di qualità, affidabilità e sicurezza per clienti e consumatori di tutto il mondo.

 

“E’ stata una giornata incredibilmente bella e intensa - ha commentato l’amministratore delegato Marco De Matteis – un’imperdibile occasione per ringraziare di cuore tutti i nostri collaboratori, per la loro competenza e dedizione che ci hanno consentito 25 anni di risultati sempre in crescendo. Ma voglio ringraziare sinceramente – ha proseguito De Matteis –  anche gli agricoltori, i clienti, i fornitori e i consumatori, tutti coloro, insomma, che hanno scelto di affiancare la propria storia alla nostra. Tutti insieme in questi primi 25 anni abbiamo dato vita ad una visione: industria e agricoltura che collaborano con successo nel segno della trasparenza e di valori quali la sicurezza, l’affidabilità e la qualità. Valori che ci hanno guidato fin qui – conclude l’AD – e che vogliamo portare nel futuro.”

Guarda una sintesi della giornata: CLICCA QUI

Da realtà locale a 5° produttore italiano di pasta che esporta in 43 paesi: gran festa alla De Matteis per i suoi primi 25 anni.

18.12.2017

Emissioni obbligazionarie di De Matteis Agroalimentare S.p.A.

I prestiti obbligazionari per un importo totale di 6 milioni di euro saranno sottoscritti da Anthilia e da Banca Popolare di Bari e finanzieranno gli investimenti a supporto dei progetti di sviluppo di De Matteis Agroalimentare S.p.A.

Milano, 18 dicembre 2017 - Anthilia Bond Impresa Territorio (Anthilia BIT) e Anthilia BIT Parallel, fondi che investono in bond appositamente creati da Anthilia Capital Partners SGR per le PMI italiane, insieme a Banca Popolare di Bari, hanno sottoscritto i prestiti obbligazionari ai sensi della legge 134/2012 emessi da De Matteis Agroalimentare S.p.A.,

Le due emissioni obbligazionarie finanzieranno gli investimenti a supporto del piano di sviluppo di De Matteis Agroalimentare S.p.A. e in particolare l’acquisizione e messa a regime del pastificio di Giano, in provincia di Perugia, per la produzione di paste “funzionali” e lo sviluppo del brand  Armando.

“De Matteis - ha commentato Giovanni Landi, vicepresidente esecutivo di Anthilia Capital Partners - ha una mirata strategia di sviluppo del proprio portafoglio di brand, grazie a un’adeguata valorizzazione dell’origine italiana della propria filiera di produzione. Grazie a questa emissione i nostri fondi di private debt supporteranno i piani di crescita di De Matteis, che oggi si propone già come realtà di riferimento nel proprio core business di produttore di pasta di alta qualità.”

 

De Matteis Agroalimentare S.p.A.

De Matteis Agroalimentare S.p.A. è oggi fra i principali produttori italiani di pasta di grano duro. Dà  lavoro a 160 dipendenti realizzando un fatturato consolidato di 112 milioni nel 2016, e producendo circa 130.000 tonnellate di prodotto finito. Con il marchio “Armando” l’azienda porta sul mercato l’eccellenza della filiera agroalimentare italiana, realizzando un vero e proprio “patto” che da 7 anni lega sempre più aziende agricole (circa 900, in 9 regioni italiane) al pastificio, con impegni reciproci da un lato sulla qualità del grano, dall’altro sul prezzo minimo garantito all’agricoltore che può contare anche su premialità proporzionali ai parametri qualitativi raggiunti. La Filiera Armando prevede un rigido disciplinare di coltivazione con selezionate varietà di grano duro e l'applicazione di pratiche agronomiche che garantiscono la produzione di una materia prima sana e di eccellente qualità. Il controllo totale della filiera è reso possibile dal ciclo integrato grano-pasta che caratterizza la De Matteis, fra le pochissime aziende in Italia ad avere il mulino (dotato di un proprio laboratorio di controllo qualità) direttamente collegato al pastificio.

 

Documento di Ammissione:  (download)

Regolamento del prestito A: (download)

Regolamento del prestito B: (download)

Bilancio De Matteis Agroalimentare 2015: (download)

Bilancio De Matteis Agroalimentare 2016: (download)

 

 

05.11.2016

Pasta Armando a Eat'Story, focus sulle eccellenze agroalimentari Campane

Sabato 5 novembre, siamo stati a Pompei, un posto unico al mondo, dove il tempo si è fermato 2000 anni fa...

Pasta Armando è stata protagonista dell'evento Eat'Story, organizzato da Coldiretti per celebrare  le eccellenze dell'agroalimentare campano nella suggestiva cornice degli scavi archeologici.

Pasta Armando a Eat'Story, focus sulle eccellenze agroalimentari Campane

25.10.2016

Pasta Armando presente al Gourmet Expo Forum (13-15 Novembre, Torino)

Pasta Armando, il brand premium del pastificio campano De Matteis, sarà presente alla seconda edizione di Gourmet, il nuovo evento B2B rivolto agli operatori professionali del mondo Ho.re.ca  e Food&Beverage, nato dalla collaborazione tra GL events e Gambero Rosso.

La fiera si svolgerà a Torino, presso il Lingotto, dal 13 al 15 Novembre.
Per il pastificio De Matteis, uno dei pochi in Italia con ciclo di produzione integrato grano-pasta, sarà l'occasione per presentare le nuove linee che andranno a comporre la rinnovata gamma di prodotti del brand Armando.

Pasta Armando è prodotta esclusivamente con grano duro italiano di filiera coltivato nel rispetto di un rigoroso disciplinare di produzione con l'obiettivo di assicurare ai consumatori una pasta unica per qualità e sicurezza, espressione più genuina del vero Made in Italy.

Vi aspettiamo al Pad. 2, Stand E34, per degustare le preparazioni dello chef Lorenzo Toppi.

Per maggiori informazioni: http://www.gourmetforum.it

 

Pasta Armando presente al Gourmet Expo Forum (13-15 Novembre, Torino)

13.06.2016

De Matteis partecipa alla fiera FMI Connect di Chicago (20-23 Giugno)

De Matteis partecipa alla fiera FMI Connect di Chicago, la principale fiera del prodotto alimentare dedicata al mondo della Grande Distribuzione Organizzata (GDO) e del retail.
 
Per la prima volta alla FMI un Paese, l'Italia, è “Host Country” della manifestazione. La partecipazione italiana, guidata dal Vice Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, ha come principale obiettivo quello di incrementare presso la grande distribuzione americana il numero dei prodotti autentici italiani disponibili sugli scaffali e consolidare brand e prodotti già esistenti.

Per l'occasione, presso lo stand De Matteis, sarà possibile degustare i primi piatti preparati dallo chef Lorenzo Toppi

Coordinate stand:

Hall: Floor Plan - Italian Pavilion

Stand n:  3405

Sito Ufficiale FMI Connect: http://www.fmiconnect.net/

 

De Matteis partecipa alla fiera FMI Connect di Chicago (20-23 Giugno)

07.04.2016

De Matteis: affitto ramo di azienda pastificio Bianconi

De Matteis Agroalimentare, attraverso la sua controllata De Matteis Natural Food, rileva l’attività del pastificio Bianconi 1947 di Giano dell’Umbria.

Lo storico pastificio umbro aveva dovuto fermare la produzione ad aprile a causa del perdurare di una difficile situazione economica, aggravatasi per l’impennata dei prezzi del grano nell’autunno del 2014; da qui l’avvio della procedura di concordato liquidatorio e l’ingresso degli oltre 40 dipendenti in cassa integrazione straordinaria.

La formula dell’operazione è quella dell’affitto del ramo di azienda con proposta di acquisto dopo 24 mesi, autorizzato dal Tribunale di Spoleto dopo aver ricevuto parere favorevole del Commissario Giudiziale.

De Matteis Agroalimentare è uno dei principali produttori italiani di pasta di grano duro, con Stabilimento e Mulino siti in Flumeri (Avellino), circa 160 dipendenti e volume di affari di 120 milioni di euro sviluppati per il 70% sui mercati esteri. L’azienda, che ha nell’ampiezza dell’assortimento e nel controllo della materia prima i propri asset, ha una forte presenza nel mercato delle private label ed un portafoglio di propri marchi tra cui il brand “Baronia” e l’innovativo progetto di filiera italiana di grano di alta qualità “Armando”.

Alla base del progetto industriale, la volontà di acquisire un sito produttivo idoneo al rafforzamento nel segmento delle paste speciali, quelle prodotte con ingredienti diversi dalla semola di grano duro, o rientranti nella categoria degli alimenti cosiddetti funzionali.

L’operazione, a completamento della fase di acquisizione, avrà un valore di circa 5,5 milioni di euro e prevede la ripresa delle attività produttive ad inizio 2016 con il progressivo sviluppo di attività di ricerca sui nuovi prodotti. Il personale della nuova realtà industriale, grazie ad un accordo con le Rappresentanze Sindacali umbre, sarà selezionato tra i dipendenti del pastificio Bianconi, consentendo di conservare una parte del livello occupazionale e rilanciare il capitale umano presente sul territorio.

Con questa iniziativa, il gruppo agroalimentare De Matteis intende rafforzare la propria posizione sul mercato con uno sguardo sempre più attento ad export, valore del made in Italy e nuove tendenze alimentari. 

De Matteis: affitto ramo di azienda pastificio Bianconi